Vai al contenuto

ILVA SPA

Vedi anche: Consultazione della popolazione Informazione alla popolazione

ILVA SPA - Stabilimento di Taranto

Lo stabilimento ILVA SPA è ubicato a Nord–Ovest rispetto alla città di Taranto. Occupa un’area di circa 15 milioni di mq. di cui 1,7 coperti.

Lo stabilimento è finalizzato alla produzione di acciaio (lamiere, coils, tubi, ecc.) attraverso vari processi di trasformazione delle materie prime (minerale e fossile). Nel corso del ciclo produttivo si ha la produzione di sottoprodotti che, per quantità e caratteristiche intrinseche delle sostanze, possono creare rischi di incidente rilevante.

All’interno del perimetro dello stabilimento ILVA di Taranto è presente, inoltre, la centrale elettrica Taranto Energia s.r.l.

Le attività che all’interno dello stabilimento, per le sostanze o preparati utilizzati o prodotti, hanno fatto rientrare lo stesso negli adempimenti relativi agli impianti a rischio di incidente rilevante ( soglia superiore del D.Lgs. 105/2015) sono:

  • Impianto Cokeria;
  • Reti di distribuzione gas;
  • Impianto frazionamento Aria.

Adempimenti previsti :

    • inviare una “notifica”, vale a dire una serie di precise informazioni sulle caratteristiche dello stabilimento, sulle sostanze pericolose presenti al suo interno e sui possibili scenari incidentali, al Ministero dell’Ambiente, alla Regione, alla Provincia, al Comune, al Prefetto, al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco competente per territorio e al Comitato Tecnico Regionale, utilizzando il modulo dell'Allegato 5 del D.Lgs. 105/2015;
    • predisporre un documento che definisca la propria politica di prevenzione degli incidenti rilevanti che comprenda anche il programma di attuazione del sistema di gestione della sicurezza;
    • attuare il sistema di gestione della sicurezza;
    • predisporre il piano di emergenza interna da adottare nello stabilimento;
    • preparare e inviare un documento chiamato “rapporto di sicurezza” al Comitato Tecnico Regionale.

Torna a Rischio Industriale

image_print
Accessibility